I nostri nemici Hirohito

Il ritratto dell'imperatore giapponese Hirohito mi sembra strano: una silhouette traslucida grafica su uno sfondo dettagliato con olio. A proposito di sfondo ...

Hai mai incontrato l'espressione "fascismo giapponese"?

Se pensi nelle immagini, allora il fascismo è un fiore, il nucleo è un'idea, i petali sono modi e metodi.

Guarda i due "fiori" degli anni Trenta e Quaranta - tedesco e giapponese, e troverai nel giapponese "crisantemo" tutti gli stessi petali, tranne uno - la personalità succosa, sonora e carismatica del leader nazionale. Invece, vediamo una figura breve, nervosamente nervosa, che cambia continuamente contorni e quasi impercettibile.

In Cina, Corea, Taiwan, Hirohito ha visto "l'hitler asiatico"

"... Piccola, in un vestito male adattato ... guancia tremante da una zecca nervosa, costantemente tirando con la sua spalla destra ... Un ometto commovente e stanco che doveva fare un lavoro spiacevole, cercando disperatamente di controllare la sua voce acuta, la guancia e la gamba indisciplinata ..." La registrazione è stata fatta nel marzo 1946 dal giornalista americano Mark Hein. Così ha visto, nelle sue parole, l'inizio della trasformazione dell'imperatore "da una divinità in un comune mortale".

Questa trasformazione di Hirohito fece parte del processo di rinunciare a Nippon Teikoku - il grande impero giapponese in favore di Nihon Coca - solo il Giappone con la sua costituzione, che privò l'imperatore dell'autorità ufficiale. Questa costituzione Hirohito definì la "sconfitta feconda".


Il principe Mitya, il futuro imperatore Hirohito, 1902

In generale, dalla radice "buona" ci sono molti sensi, incorporati nel concetto di "Kodo" - "il percorso dell'imperatore".

Il nome Hirohito risale all'antico detto cinese: "Quando la società prospera, la gente è soddisfatta". Il bene del popolo nella comprensione dell'imperatore variava molto a seconda del tempo e delle circostanze, ma il concetto stesso di "persone" è sempre rimasto sacro per loro e, soprattutto, primario.

Dopo la guerra, Stalin chiese che Hirohito fosse dichiarato un criminale di guerra

Ricordiamo ciò che Hitler disse: "Se il popolo tedesco si dimostra indegno di me, sia meglio morire".

Basti pensare che se l'intera ideologia millenaria dell'istruzione giapponese era finalizzata all'assoluta lealtà all'imperatore, allora l'educazione del futuro imperatore stesso era girata nella direzione opposta - su se stesso: il principe doveva abituarsi a considerarsi l'oggetto di tutti i pensieri dei suoi sudditi.

Riguarda questa dolorosa pausa della personalità del 45 ° anno che Sokurov ha cercato di raccontare nel film "The Sun". Tuttavia, non l'ha fatto attraverso una sequenza video clip alfabetica povera, ma con l'aiuto di un flusso geroglifico di significati, per la maggior parte dei quali è rimasto crittografato.


L'imperatore Hirohito visita l'esercito nel 1938

Darò il mio esempio. Ottobre 1941. In una conferenza dedicata alla decisione finale sull'inizio delle ostilità, l'imperatore cerca di persuadere i capi dello staff a correre in battaglia per dare più tempo ai diplomatici e lo fa con l'aiuto di ... un carro armato.

Quattro mari ci dividono,
Ma siamo tutti fratelli,
Il mondo è bello!
Perché le onde infuriano?
Perché il vento maleducato?

I capi di stato maggiore escono dai loro posti e danno assicurazioni che sono pronti a lasciare il posto ai diplomatici.

L'imperatore Hirohito: "L'esercito è una tale seccatura"

Non c'è nulla di falso o artigianale in questa scena. È solo un altro mondo. Il mondo, che si è valutato troppo e, non sperando in una completa comprensione dalla razza bianca, ha ottenuto il suo rispetto imparando a comprenderlo e accettarlo. Il Giappone ha intrapreso questo viaggio con il suo imperatore, nel quale ha il suo grande merito.


L'imperatore Hirohito e l'imperatrice Kodzyun, 1952

Per quanto riguarda la responsabilità di tutti quei "petali" del crisantemo allora giapponese, come: l'uso di gas, bombardamenti a tappeto, atrocità nelle Filippine e in Birmania, "operazioni di mantenimento della pace", che hanno provocato la morte di quasi tre milioni di cinesi, e così via , il Tribunale di Tokyo in Giappone è ancora considerato da molti come una farsa, perché il comandante in capo, l'imperatore, che una volta disse con la sua espressione impervia-sognante sul suo volto, fu deliberatamente ritirato dalla responsabilità: st. "

Guarda il video: La nostra cavalleria all'inseguimento del nemico che tenta di sganciarsi dalla morsa delle Armate (Ottobre 2019).

Loading...