Sul fondo di Parigi

Le persone spesso dicono: "Guarda sotto i piedi, altrimenti inciampi". Oh, se avessimo l'opportunità di guardare non solo sotto i nostri piedi, ma attraverso l'asfalto e i marciapiedi ... Poi la capitale francese, la cui bellezza era stata immortalata nelle canzoni di Joe Dassin e Charles Aznavour, avrebbe smesso di sembrare così affascinante e pittoresca. Il fatto è che sotto i piedi degli indigeni parigini e turisti c'è una città completamente diversa - o meglio, le sue catacombe. I Dungeon hanno lo stesso nome delle strade che passano sopra di loro, tranne che hanno un aspetto completamente diverso ...

Le segrete di Parigi hanno lo stesso nome delle strade che le passano sopra.

Già nel VI secolo aC furono scoperti giacimenti di calcare sul territorio della moderna Parigi: dapprima fu estratto direttamente dalla superficie. Nel XII secolo, l'estrazione delle risorse sotterranee divenne un'importante fonte di reddito, e dal XV secolo, la razza cominciò a svilupparsi su due livelli: il più basso iniziò l'estesa rete sotterranea, che in seguito sarebbe stata chiamata le catacombe parigine. Nel diciassettesimo secolo, una invisibile Parigi di estrazione mineraria di pietra calcarea era cresciuta così tanto che nella sua zona iniziò ad identificarsi con la "tomaia", e molte strade erano appese come sopra il "vuoto". I muri dei sotterranei cercarono di rafforzarsi per evitare crolli e distruzione del suolo, ma queste misure si rivelarono inefficaci, anche la cessazione dello sviluppo del calcare non portò risultati. Temendo per il destino della capitale francese, Luigi XVI istituì l'Ispettorato generale delle cave, le cui funzioni comprendevano la stesura di un piano per tutti i locali sotterranei e il pensiero attraverso misure per rafforzarli. Va detto che sono passati tre secoli e l'Ispettorato esiste ancora e soddisfa ancora i requisiti prescritti.

L'Ispettorato generale della cava esiste a Parigi dal XVI

Nonostante il fatto che le miniere di calcare nei sotterranei si fermassero, erano vuote per un tempo molto breve. Nel 1763, il Parlamento di Parigi decise di trasferire tutte le sepolture del cimitero all'interno delle mura della fortezza fino alla città sotterranea. Verso la metà del diciottesimo secolo, i cimiteri erano davvero sovraffollati: la situazione cominciò ad assumere una svolta critica quando il muro tra uno dei luoghi di sepoltura e la Rue de la Lanrigrie crollò, e le strade si riempirono di odore di marcio. Le catacombe contenevano diciassette cimiteri cittadini, tra le rovine si trovano Maximilian Robespierre, il capo della Grande Rivoluzione Francese, e lo scrittore per bambini Charles Perrault, e il satirico Francois Rabelais, e Marat, Racine, Lavoisier e molti altri famosi francesi, che rimasero senza nome nell'ossario. Questo è il nome del luogo di sepoltura comune - una sorta di "tomba di massa", che è una galleria a forma di anello di 780 metri.

Se le catacombe raggiungono una lunghezza totale di 300 chilometri, i turisti possono vedere solo due chilometri di dungeon con i loro occhi. Ciò è associato non solo alla sicurezza, ma anche al rischio di perdersi in un'area così vasta. Un giorno, nel 1792, il guardiano della chiesa di Val de Gras scese nelle catacombe per una bottiglia di vino tenuta in cantina e non tornò più. L'ho trovato solo 11 anni dopo, proprio all'ingresso del dungeon. Sembrava molto strano per i parigini, dato che l'uomo conosceva bene i passaggi segreti vicini. Questo è il motivo per cui c'erano voci secondo cui questo business non era privo di forze oscure e malvagità sotterranee.

Catacombe parigine ospitavano diciassette città

Nel 1777, alcuni "visitatori" occasionali delle catacombe venivano spesso avvistati nell'area del Parco Mansouni, una creatura sconosciuta, che soffiava con un odore freddo e di carogne: erano soliti dire che un incontro con questo misterioso mostro prefigurava i testimoni della quasi morte o della perdita di parenti.

Verso la metà del diciannovesimo secolo, un articolo apparve su Gazette de Tribuneau sulla casa di un venditore di alberi vicino alla piattaforma di lavoro per la posa della via Kyuzhas che collegava la Sorbona e il Pantheon alle catacombe. Sostenne che ogni notte l'edificio era bombardato da blocchi di calcare e questo non è come un teppismo per bambini, ma come il bombardamento di un gigante invisibile!

C'erano tra le creature mitiche del dungeon e spiriti "buoni", per esempio, i fantasmi degli innamorati l'uno dell'altro Henri e Margarita. È figlio di genitori ricchi, è una cosa povera: improvvisamente l'amore è arrivato all'improvviso ei giovani hanno deciso, nonostante l'insistenza dei parenti del giovane, di fuggire da Parigi. Progettarono di nascondersi nelle catacombe per un po ', ma durante la loro permanenza nei sotterranei una delle mura crollò e immortò gli amanti nell'oscurità per sempre. Al posto della loro presunta morte ora sorge una scultura raffigurante le braccia della morte della sfortunata coppia.
Nel 1878, nelle gallerie sotterranee di Chaillot, nel quadro dell'Esposizione Universale di Parigi, si trovava il caffè delle Catacombe. Gli scantinati dell'Opera Garnier fanno anche parte della rete dei sotterranei parigini: qui si trovava la finta "camera di tortura" del romanzo "Il fantasma dell'opera" di Gaston Leroux, ei monarchici probabilmente furono uccisi qui ...

La lunghezza delle catacombe di Parigi è di 300 chilometri.

Durante la seconda guerra mondiale, da qualche parte nel territorio delle catacombe c'era un campo segreto dei nazisti, ea soli 500 metri da loro - il quartier generale dei leader del movimento di resistenza. Durante la Guerra Fredda, i sotterranei erano considerati un potenziale rifugio antiaereo per i parigini.

Le persone spesso dicono: "Guarda sotto i piedi, altrimenti inciampi". Oh, che bello che non abbiamo la possibilità di guardare attraverso l'asfalto e i marciapiedi ...

Guarda il video: Quanto in Profondità si Riesce a Scavare? (Dicembre 2019).

Loading...