Molestie "Metropol"

Come è nato Metropol?

Nella prefazione all'almanacco è scritto che iniziò con un mal di denti. Stranamente, questa non è affatto una metafora: l'idea di creare il Metropol è arrivata ad Aksenov quando lui e Yerofeyev erano dal dentista. Per la fine degli anni '70, l'uscita di un simile almanacco fu un'insolenza incredibile. Progettò di raccogliere non solo il lavoro degli autori principianti e dei veri "emarginati", ma anche i venerabili scrittori, già riconosciuti e ampiamente stampati.

Bulat Okudzhava ha rifiutato di partecipare alla pubblicazione di "Metropol"

Lavorarono lentamente sull'almanacco: raccolsero materiale per un anno intero, invitarono gli autori. Si offrirono di unirsi al giovane talentuoso Peter Kozhevnikov, Heinrich Sapgir, che fino a quel momento riuscì a stampare solo poesie per bambini, Yevgeny Rein, che fu pubblicato in frammenti. Dopo un po 'di tempo, Yuri Trifonov prese il manoscritto, affermando che avrebbe combattuto la censura da solo. Bulat Okudzhava, un membro del partito, ha rifiutato di partecipare alla creazione dell'almanacco, ma ha sostenuto i redattori. A causa della differenza di opinioni tra i partecipanti al "Metropol", spesso sorsero dispute, ma Aksenov e Yerofeyev inizialmente fecero affidamento sul "pluralismo".

Gli autori di "Metropol", 1979

Dove fanno soldi finti

I compilatori si sono riuniti nel piccolo appartamento della defunta Evgenia Ginzburg su Krasnoarmeyskaya. Yerofeyev ricorda: "Vladimir Vysotsky ha suonato alla porta, alla domanda" chi c'è? "Ha risposto:" I soldi falsi vengono fatti qui? "Abbiamo riso, sapendo che avremmo avuto i denti per la causa, ma che quelli in cima avrebbero completamente ozvereut, e in confrontandoci con noi, "letterati vlasovisti", i veri falsari saranno socialmente vicini per loro, quasi nativi, che non si aspettavano ". L'almanacco era realizzato a mano: 4 pagine stampate erano incollate sul foglio da disegno. Boris Messerer e David Borovsky erano impegnati nella registrazione.

Viktor Yerofeyev: "Abbiamo capito cosa otterremo per la nostra causa"

"Metropol" è stato pubblicato in 12 copie e sperava di stampare in URSS, certamente senza censura. I compositori hanno poi condannato che inizialmente avevano preparato l'almanacco per la pubblicazione in Occidente. In effetti, solo due copie furono spedite all'estero, nel caso, per mantenere la pubblicazione in caso di perdita del resto. Ma dopo lo scandalo scoppiato, il capo dell'edizione americana di Ardis, Karl Proffer, colui che aiutò Joseph Brodsky e molti altri scrittori russi, disse a Voice of America che aveva una copia nelle sue mani e si stava preparando per la pubblicazione.

Almanacco "Metropol"

"Pornografia dello Spirito"

Inizialmente, i ribelli avevano programmato di tenere il giorno di apertura, dove volevano presentare il Metropol al pubblico. Hanno preso un caffè, hanno invitato degli amici. Ma Aksyonov e Yerofeyev furono costretti a cancellare l'evento, e per essere sicuri di aver chiuso il caffè a causa degli scarafaggi che presumibilmente lo sommergevano, e bloccarono la strada.

Metropol ha sostenuto Vonnegut, Styron, Miller, Albi e Updike

Il 20 gennaio, alla vigilia del vernissage programmato, si è tenuta la segreteria dell'Organizzazione degli scrittori di Mosca, che ha segnato l'inizio della persecuzione della metropoli. Felix Kuznetsov ha presieduto e si è risentito di più. In alternativa, leggeva le citazioni di opere pubblicate nell'almanacco, che lui ha criticato diligentemente. Gli insorti erano accusati di calunnia nei confronti dell'URSS (presumibilmente c'è un gruppo di scrittori perseguitati nel paese), accusati di eccessivo "priblatnennost", che significa Vysotsky, e "shifted consciousness", citando l'esempio di Friedrich Gorenstein e Bella Akhmadulin. I vizi principali di Metropol erano chiamati "pornografia dello spirito" e "sporco che strisciava attraverso le pagine". Quando uno degli scrittori ha ricordato il momento della storia pubblicata di Victor Astafyev, dove un soldato si attacca a una donna, lei dice: "Sì, è un peccato", è stato bruscamente interrotto: "C'è pulito, e qui hanno sporcizia".

Gli autori del "Metropol" con almanacco

Scandalo internazionale

Un'ondata di critiche ha colpito il Metropol. Rimma Kazakova chiamò l'almanacco "spazzatura vicino a grafomania". Presto Erofeev e Popova espulsi dall'Unione degli Scrittori. Per lo scrittore, ciò significava una cosa: l'impossibilità di essere stampati. I colleghi dell'almanacco hanno reagito in modo inequivocabile. Aksenov, Bitov, Iskander e Akhmadulina hanno inviato una lettera di protesta. Hanno minacciato di lasciare l'Unione se Yerofeyev e Popov non fossero stati ripristinati. Inna Lisyanskaya e Semyon Lipkin lo hanno fatto. A seguito di ciò, lo scandalo fu riferito a Voice of America, e il 12 agosto un telegramma di titani della letteratura americana presso l'Unione degli scrittori sovietici fu pubblicato sul New York Times. Kurt Vonnegut, William Styron, Arthur Miller, Edward Alby, John Updike hanno parlato a sostegno degli insorti. Quest'ultimo, per niente, su invito di Aksenov, pubblicato su Metropol, un estratto dal romanzo "Coup".

Updike ha pubblicato un estratto dal romanzo di Metropol

Il clamore che è sorto intorno al Metropol, spaventato Kuznetsova. Yerofeyev e Popova quasi non tornarono all'Unione degli scrittori, ma in realtà furono chiamati a scrivere una dichiarazione politica, che rifiutarono. Alla segreteria, progettata per decidere il destino dell'appartenenza degli autori all'Unione degli scrittori, gli insorti sono stati convocati uno per uno. Erofeev ha ricordato: "Mi è stato immediatamente chiesto: pensi di aver partecipato all'azione antisovietica? Ho capito che si sta cucendo un caso: la partecipazione a un'azione antisovietica è il 70 ° articolo, e non l'ammissione all'Unione degli scrittori ".

E 'stata una vera disfatta. Molti scrittori, pubblicati nel Metropol, persero quasi tutto il loro sostentamento, Aksenov andò in America. Erofeev ha confrontato Metropol con i raggi X, che ha chiarito il potere e mostrato la sua essenza decadente. "E allo stesso tempo, l'epopea del Metropol ha mostrato che quel potere poteva essere contrastato e avrebbe dovuto resistere. Inoltre, è diventato chiaro come resistergli. "

Guarda il video: Cosa è molestia e cosa no? Il tutorial per non sbagliarsi - La Tv delle Ragazze 08112018 (Ottobre 2019).

Loading...