"Pietrogrado aveva un aspetto spaventosamente miserabile"

Ivan Manukhin, medico e personaggio pubblico

"Il colpo di stato di ottobre ... La prima notte, quando il governo provvisorio fu arrestato e installato nel Bastione Trubetskoy della Fortezza di Pietro e Paolo," nel mio appartamento risuonò una telefonata:

- Sei un dottore del Bastione Trubetskoy? Vieni subito.

- Come verrò? Non ho modo di raggiungere la fortezza.

- Verremo per te adesso.

Ed essi vennero ... Un nuovo comandante della fortezza, - un certo grado militare Blagonravov e un altro - il soldato Pavlov, che subito mi dichiarò: "Sono stato il primo a sparare la fortezza di Pietro e Paolo dal cannone, ma non so dove stavo sparando" ... Sulla strada per me, vetro e un corpo sono stati perforati dai proiettili, e siamo partiti. Si sentì sparare. "Non si sa chi spara" ... - disse uno dei miei compagni con allarme ".


Un'istantanea della risoluzione originale del plenum del Comitato centrale del RSDLP (b) sulla rivolta armata. Scritto dalla mano di Lenin

"Il presidente del Soviet di Pietrogrado dei deputati dei lavoratori Zinoviev si ammalò di appendicite. Intorno al paziente ha deciso di convocare una consultazione. Dei chirurghi, hanno invitato me e Grekov e Stokkei, dei terapisti. M. Gorky, a cui ho parlato della sfortuna che ha colpito i Ruzskys, mi ha consigliato di usare l'imminente incontro con Zinoviev e di andare a lavorare per la sfortunata famiglia. "Anch'io sarò presente alla consultazione, ha detto, e solleverò questo problema da solo." Infatti, dopo la consultazione, Gorky si rivolse a Zinoviev: "Bene, ora paga la tua quota a Manukhin, liberalo da qualcuno." Zinoviev ha chiesto: "Chi vuoi?" Ho detto: "famiglia Ruzsky". - "Buono". E Zinoviev presto liberò la famiglia Ruzskys ... "

"Ricordi del 1917-18 Le mie attività per aiutare i prigionieri durante la rivoluzione"

Julia Kantakuzina, principessa, nipote del presidente degli Stati Uniti Ulysses Grant

"Pietrogrado aveva uno sguardo terribilmente triste. Le strade erano coperte di neve fitta, attraversata da solchi e buche, era terribile muoversi lungo di esse. La folla per le strade aumentò e divenne più dilagante di prima. Se qualcuno osava uscire la sera, non riusciva quasi a evitare l'incidente: di solito veniva fermato, preso soldi, pellicce, vestiti di lana, scarpe e lasciato quasi nudo al freddo, offrendo l'opportunità di andare oltre sulla sua strada. Su ogni faccia decente riflette il dolore. Soldati sgradevoli hanno venduto vari oggetti rubati e abbiamo acquistato diverse edizioni preziose di libri rari sui marciapiedi per un prezzo ridicolmente basso. Ovviamente provenivano dai palazzi saccheggiati. "


Lenin recita a Pietrogrado nel 1917

"Gli incendi stavano bruciando all'incrocio per riscaldare i difensori del nuovo governo, e più di una volta ho visto come le Guardie Rosse usavano una museruola o una baionetta attaccata al muso di un fucile carico per prevenire le fiamme! Costantemente in vari quartieri della città furono sparati colpi di mitragliatrice, e quando gli spari si avvicinavano, i passanti si affrettavano a rifugiarsi nelle porte. Ma nessuno era seduto a casa, temendo proiettili che erano diventati un luogo comune. I prezzi per tutto salivano alle stelle e la gente doveva pagare o soffrire la fame, nuda e fredda. "

"Giorni rivoluzionari"

Nikolai Izmailov, un membro di Tsentrobalt, guidò le navi per la rivolta armata nell'ottobre del 1917:

"Ho risposto a Vladimir Ilyich che il cavo wireless è disponibile non solo sulla corazzata Respublika, ma anche sui cacciatorpediniere dei cacciatorpedinieri, che le navi possono persino comunicare con la Torre Eiffel sulla strada. E di nuovo ha assicurato a Vladimir Ilyich che tutto sarebbe andato bene.
Una nuova domanda è apparso sul nastro:

"Quindi, possiamo aspettarci che tutte le navi nominate si muoveranno immediatamente?"

Ho risposto:

"Sì, puoi. Ora daremo ordini urgenti affinché le navi nominate siano puntuali a Pietrogrado ".

Non vedo l'ora di ulteriori domande. Il dispositivo ha iniziato a funzionare di nuovo, un'altra voce è apparso sul nastro:

"Avete scorte di fucili con le cartucce? Invia il più possibile. "

Sfortunatamente, ho dovuto rispondere a Vladimir Ilyich che non c'era una grande scorta di fucili e munizioni nella flotta, e ho detto questo:

"C'è, ma una piccola quantità sulle navi - cioè, invieremo".

Nuove parole sono apparse sul nastro:

"Arrivederci. Ciao. "

Felice e gioioso, ho risposto:

"Addio!".

Per essere completamente sicuro che io davvero
Ho parlato con il leader del partito bolscevico e il capo dello stato sovietico, ho subito chiesto con ansia:

"Hai parlato? Dimmi il nome?

E in risposta al nastro, apparve una parola costosa:

"Lenin".

Ho ancora una volta passato sul dispositivo:

"Arrivederci. Per iniziare! "

Una conversazione con Vladimir Ilyich Lenin tramite filo diretto mi ha lasciato un'impressione indimenticabile e ha lasciato un'impronta in tutti i miei futuri lavori ".

"Centrobalt nei giorni della rivolta" dalla collezione "Gli eterni anni"


Marinai "Aurora". Dall'artista K. Maximov


La cattura del Palazzo d'Inverno. Dall'incisione di P. N. Staronosov


La cattura del Palazzo d'Inverno. Disegno per "Red Niva". R. Frenz

Nikolay Podvoisky, uno dei leader del bombardamento del Palazzo d'Inverno

Diverse granate esplosero nei corridoi dell'inverno. Le oscillazioni furono messe fine. I marinai, le guardie rosse, i soldati, sotto l'incrocio delle mitragliatrici, volarono sulle barricate del Palazzo d'Inverno, schiacciarono i loro difensori e sfondarono le porte del Palazzo d'Inverno ... Il cantiere era occupato ... Volarono verso le scale ... Sui gradini hanno afferrato i cadetti ... Li rovesciano ... Si precipitano al secondo piano ... Sparano i difensori del governo ... dispersione. Si precipitano al terzo piano, dappertutto lungo la strada, abbattendo i cadetti, colpendoli ... Juncker che lancia le loro armi ... Soldati, Guardie rosse, i marinai si precipitano ... Cercate gli autori dei disastri. Rompi le porte delle stanze chiuse. Qui corrono verso la porta, nella quale in guardia si irrigidiscono per l'orrore, legati dal debito del cadetto.

"Il governo provvisorio è qui ..."

Spingere le baionette. "Giù!" ... Le masse irrompono nella stanza ... Quello che è stato chiamato il governo provvisorio è qui ... quasi fisicamente morto. il sudario ... morto dalle masse ...

"In nome del Comitato militare rivoluzionario del Soviet di Pietrogrado, dichiaro rovesciato il governo provvisorio", decide Antonov. - Tutti arrestati ...

Borbottii rovesciati sulla protezione dalle masse. I marinai li guidano fuori dalla stanza. Urla: "Kerensky! Kerensky! Fuggì il giorno prima da Pietrogrado per portare truppe dal fronte.
"Prendendo l'inverno"


Una delle stanze del palazzo dopo l'assalto. La fase attiva dell'insurrezione armata di ottobre si è verificata dal 24 al 26 ottobre.

Zinaida Hippius, poetessa russa

"Sono uscito con Dmitry. Siamo andati al crepuscolo di Sergievskaya. Stretch, silenzioso, silenzio, solitudine, cuscino grigio acido.
Alla periferia dei volantini: si annuncia che "il governo è deposto". Prokopovich è stato anche arrestato per strada, e Gvozdev, poi rilasciato. (Ovviamente cercando di zampare, attentamente ... Niente!). Occuparono le stazioni, il Palazzo Mariinsky, (avendo atterrato la "sala d'aspetto" senza tuoni), i telegrafi, le tipografie della libertà russa e la Borsa. Ci sono ancora ministri nel Palazzo d'Inverno, circondati da truppe "leali" (?). "
***
"Il nodo è più stretto, più stretto ... Verso le 6 i telefoni si fermarono, la stazione passò tutto il tempo agli junker, poi ai bolscevichi e, infine, tutto fu confuso. Per le strade della folla, le riprese. La scuola di Pavlovskoe Junker è stata colpita, Vladimirskom brucia; si è saputo che i cadetti con questo sciocco colonnello Polkovnikov erano seduti nel castello di ingegneria. Ci sono molte voci sulle truppe di Kerensky. Non è più possibile uscire di casa. Oggi nel nostro appartamento (nella sala da pranzo) c'è un comitato di casa di turno, alle 3 in punto ci sarà un altro turno. "
***
"Lo stesso. Scrivi disgustoso. Giornali - una bugia. A proposito: il colpo Mosca ha sottomesso i bolscevichi.
Capitali presi dalle truppe nemiche e barbare. Da nessuna parte per correre. Non c'è patria ".
"Libro blu"

Guarda il video: benny blanco, Halsey & Khalid Eastside official video (Dicembre 2019).

Loading...