Il prezzo della vittoria. Luglio 1944. Un tentativo su Hitler

Gli storici discutono sul numero di tentativi sulla vita di Hitler. Secondo varie stime, il loro numero va a decine. Una delle cospirazioni più famose contro il Fuhrer è l'operazione "Valkyrie".
Quelli che erano in disaccordo con le politiche del leader del Terzo Reich erano molti. Tra questi c'erano Karl Gordeler e Ludwig Beck, che, già nel 1938, volevano rimuovere il Fuhrer, formare un governo provvisorio e tenere nuove elezioni democratiche.


Karl Gördeler e Adolf Hitler durante la visita di quest'ultimo a Lipsia, nel marzo del 1934

Prima che Hitler salisse al potere, Karl Gördeler ricoprì alte cariche governative: era il commissario del Reich per i prezzi, il secondo sindaco di Königsberg e il sindaco di Lipsia. Essendo un organizzatore nato, un oratore capace, Goordeler è stato in grado di guidare le persone. Per quanto riguarda la sua posizione politica, può essere tranquillamente chiamato filo-occidentale o addirittura anti-sovietico. In primo luogo, Goerdeler riteneva che la futura Germania dovesse essere organizzata con il pieno utilizzo dei "successi del regime socialista nazionale" e, in secondo luogo, insistette su accordi con gli alleati anglo-americani per quanto riguarda i futuri confini del nuovo stato. E ha insistito sui confini del 1938, cioè con l'Austria già inclusa in Germania. Nei suoi documenti (sono stati conservati i protocolli e un memorandum), ha scritto che dovremmo ancora combattere con gli alleati per l'Alsazia e la Lorena.
Quanto all'Est, Goerdeler propose di mantenere la linea del fronte che esisteva all'epoca, o di liberare la Polonia (a quanto pare riconobbe che la Polonia avrebbe dovuto arrendersi), ma intendeva comunque mantenere il corridoio di Danzica, compensando tutto per la Polonia a spese delle terre sovietiche.

Molti generali tedeschi non condividevano le opinioni di politica estera di Hitler.

Un altro cospiratore anti-Hitler fu Claus von Stauffenberg, un uomo attivo e intraprendente che, a differenza di Karl Goerdeler, insistette sulla necessità di raggiungere accordi non solo con gli alleati occidentali, ma anche con l'Unione Sovietica. Credeva che fosse quasi impossibile uscire dalla guerra, affidandosi solo all'Occidente.
Come sapete, la maggior parte dei cospiratori è la Wehrmacht militare, più precisamente, uno dei suoi componenti sono le truppe di terra. Né Kriegsmarine né la Luftwaffe (nella sua massa) hanno partecipato alla cospirazione.


Ludwig Beck (a destra) e Werner von Fritsch, 1937

Tornando ai cospiratori (a proposito, nella storiografia sovietica e sovietica, erano divisi in due ali: "reazionario" (conservatore) guidato da Goderdeler e "patriottico" (progressista) sotto la guida di von Stauffenberg), vale la pena notare che prima dell'operazione eliminare Hitler, hanno attivamente discusso di posti nel nuovo governo. Quindi, inizialmente Karl Goerdeler fu proposto per la carica di cancelliere, anche se alcuni dei cospiratori lo consideravano troppo conservatore per questa posizione. Klaus von Stauffenberg ha attivamente esercitato pressioni per la candidatura del socialdemocratico Wilhelm Leuschner, che era pronto a collaborare con tutte le forze politiche. Il posto di presidente del Reich ha richiesto Ludwig Beck, che, a proposito, è stato uno degli organizzatori del complotto contro Hitler nel 1938. Il ministro della guerra, comandante della Wehrmacht, vide Erwin von Winzleben, il capo della polizia di Berlino - il conte von Heldorf e così via.

Ma torniamo all'operazione Valchiria. Dall'inverno 1941 al 1942, uno dei cospiratori, Friedrich Olbricht, lavorò al Piano Valkyrie, progettato per il caso di improvvisi disordini e rivolte interne in Germania. Secondo il piano, in caso di insurrezione militare, sabotaggio o simili emergenze, l'esercito di riserva doveva essere mobilitato per sedare l'insurrezione. Il piano è stato sottoposto a Hitler per essere preso in considerazione e l'ha approvato. Più tardi Olbricht cambiò segretamente il piano "Valkyrie" in modo tale che quando tentava un colpo di stato, l'esercito di riserva sarebbe diventato uno strumento nelle mani dei cospiratori.

Un premio di un milione di marchi è stato assegnato alla testa di Karl Gördeler.

Dopo l'omicidio di Hitler, avrebbe dovuto occupare posti chiave a Berlino, disarmare e arrestare la leadership nazista e bloccare una serie di linee di comunicazione governative diverse da quelle usate dai cospiratori. In breve, un piano perfetto, se non per un "ma". Klaus von Stauffenberg, Friedrich Olbricht, Merz von Kvirnheim e altri "ribelli" si aspettavano che i comandanti dei distretti militari, dopo aver ricevuto l'ordine, lo portassero fuori. Situazione abbastanza romantica. Anche se, naturalmente, la maggior parte dei comandanti erano ufficiali della vecchia scuola.


Klaus von Stauffenberg (a sinistra), Adolf Hitler (al centro) e Wilhelm Keitel al Wolfhair Lair of the Fuhrer, 15 luglio 1944

Tuttavia, quando il tentativo di Hitler fallì, quando il principale colpevole dell'evento (von Stauffenberg) volò via, l'operazione fallì. Erich Velgibel, che avrebbe dovuto chiamare Friedrich Olbricht su Bendlerstrasse e riferire il risultato dell'assassinio, non adempì il suo ordine. In questo momento, Hitler, inaspettatamente per tutti, decide di chiamare Goebbels e annunciare per due ore il silenzio radio completo attorno alla Wolf Den. Perché? Il Fuhrer voleva vedere come gli eventi si sarebbero sviluppati ulteriormente.

Hitler ordinò di trattare con i cospiratori "come il bestiame in un macello"

Quindi fu annunciato il silenzio. E su Bendlerstrasse, la gente era ancora seduta e non sapeva se il tentativo fosse accaduto o meno. Non potevano dare il segnale alla "Valchiria", perché il 15 luglio, cinque giorni prima di questo evento, lo avevano già fatto. Klaus von Stauffenberg ha dovuto adempiere al suo piano, tutto è andato secondo i piani e l'ordine "Valkyrie" è stato dato due ore prima del "momento X". Tuttavia, il tentativo non ha avuto luogo. I cospiratori hanno dovuto dire che si trattava di un ordine di addestramento. Di conseguenza, Fromm ha regalato a Olbricht un grande abito, quindi non è mai venuto in mente a nessuno di ripeterlo. Tutti stavano aspettando il risultato del tentativo. E solo alle 15:30, quando von Stauffenberg si stava già avvicinando a Berlino, il tenente generale Fritz Tille fu in grado di contattare il quartier generale e scoprire che il tentativo sul Fuhrer era accaduto. Tuttavia, non è stato informato del risultato dell'operazione. Dopo aver ricevuto queste informazioni, su Bendlerstrasse ha iniziato a prepararsi per dare l'ordine "Valkyrie".


Un soldato dimostra tutto ciò che rimane dei pantaloni di Hitler dopo l'esplosione

Alle 16:00 von Stauffenberg atterrò sull'aerodromo vicino a Berlino, che certificò che Hitler era morto. E solo allora l'operazione "Valkyrie" iniziò a rilassarsi. Tuttavia, tre ore e mezzo sono già passati dal tentativo di omicidio. Il tempo era perso ...
Eppure in due punti la trama è stata un successo. A Parigi, dalle 18:00 alle 19:00 alle 24:00, le forze della Wehrmacht hanno arrestato circa 1.200 persone, cioè quasi tutte le dirigenze locali del partito. Tutti i sostenitori del regime sono stati trasferiti in alberghi, convertiti in luoghi di detenzione. E, sorprendentemente, nessuno dei prigionieri ha offerto alcuna resistenza. All'incirca la stessa cosa è accaduta a Praga.

Nella moderna Germania, il 20 luglio è il giorno del lutto per i cospiratori giustiziati.

Come dicono gli storici, il massacro dei partecipanti alla cospirazione del 20 luglio è stato particolarmente sanguinoso. I cospiratori non furono giustiziati sulla ghigliottina, come criminali civili, non furono fucilati come militari, furono appesi a corde di pianoforte attaccate a un gancio da macellaio sul soffitto della prigione. Hitler ordinò a Roland Freisler, presidente della Corte di giustizia popolare, di trattare con gli imputati "come il bestiame in un macello". In totale, a seguito di esecuzioni e repressioni, sono state arrestate 7.000 persone, circa 200 sono state condannate a morte.

Guarda il video: Benito Mussolini - Roma: Discorso del 18 Novembre 1940 - Parte 2 Con Testo (Ottobre 2019).

Loading...