L'arte della morte: la storia della corrida

Secondo recenti sondaggi, più dei due terzi degli spagnoli sono indifferenti alla corrida, e un terzo condanna gli amanti di questo spettacolo del tutto. Lo spettacolo si svolge in stand semivuoti, il suo pubblico principale sono i turisti. Com'è potuto accadere che la corrida, appassionatamente amata dagli spagnoli, cantata in poesie e romanzi, stia rapidamente perdendo popolarità negli ultimi anni? Elena Bukhteeva ha cercato di capire questo.

Come un rituale religioso si è trasformato in uno spettacolo

Gli storici credono che inizialmente l'uccisione di un toro fosse nella natura di un sacrificio. Poiché l'animale è forte e pericoloso, gli uomini più coraggiosi e agili hanno partecipato al rituale. Gradualmente, il significato religioso dell'azione fu perso e si trasformò in uno spettacolo. Dal 16 ° secolo, la corrida era diventata uno dei divertimenti preferiti della nobiltà spagnola, a Madrid si svolgeva nella Plaza Mayor, la piazza centrale della città. Il luogo era considerato simbolico - fu lì che dopo l'incoronazione i monarchi accolsero il loro popolo. La corrida era considerata un onore. Cavalieri coraggiosi, che si sono glorificati nelle battaglie con i Mori, si sono esibiti nell'arena. A quei tempi, i caballeros combattevano con i tori a cavallo, ei migliori posti sulle tribune erano presi dalla nobiltà.

Dipinto di Fabian Perez "Corrida La Veronica"

All'inizio del XVIII secolo, la corrida acquisì un aspetto più familiare: i piedi torero raggiunsero il posto dei cavalieri. A quel tempo, il paese era governato dal re di origine francese, Filippo V. Il monarca non amava lo spettacolo, così i suoi sudditi, aristocratici e persone con ricchezza, partirono anch'essi dalla corrida. Furono rimpiazzati dai cittadini comuni, per i quali il loro cavallo era un lusso. Quindi c'era una corrida a piedi. Il rischio per il matador aumentò, ma lo spettacolo divenne più vivido. È stato in questo periodo che sono emerse le tradizioni fondamentali della corrida, che sono giunte ai nostri giorni.

Dopo la scoperta della penicillina, la professione del matador perse il suo significato.

Matador doveva eseguire determinati movimenti, per essere artistico. Dopo aver provocato il toro, lo uccise con un preciso colpo corto nel decimo minuto dello show. Se l'animale combatteva con dignità, il torero ricevette il diritto di tagliargli l'orecchio e dare alla donna del suo cuore. Per combattere usava una razza speciale di tori - iberici. Secondo il fenotipo, questi animali sono vicini al tour, sono famosi per la loro aggressività e il carattere irascibile. I tori pesano circa cinquecento chilogrammi. Grazie a feed speciali e condizioni di detenzione, sono molto mobili e agili. Per lo spettacolo, gli animali di colore nero sono preferiti - sono associati al pubblico con il male, una potente forza oscura che una persona deve sconfiggere.

Bull Ring Maestranza

Non sorprende che la professione di matador fosse avvolta nell'aura del romanticismo, perché stava bilanciando sul bordo, era sul punto di morire. Gli spagnoli ricordano ancora i nomi dei migliori torero, come Pedro Romero Martinez, Jose Delgado Guerra, Joaquín Rodriguez. Lo spettacolo è andato rapidamente fuori dal paese. I canoni spagnoli si diffusero in Perù, Venezuela, Ecuador, Colombia, Bolivia, Panama.

Negli anni '30, i nazisti vietarono alle donne di combattere i tori

Antibiotici - migliori amici dei matador

Per tutta la sua spettacolarità, la corrida è intrattenimento crudele. Non solo i tori muoiono, ma i cavalli presenti nell'arena. Chi viene allo spettacolo per la prima volta è scioccato dalla reazione della folla. Quando il toro strappa il ventre di un cavallo con un corno, il cavaliere lo spinge e lo costringe al galoppo. Il pubblico applaude, ricevendo una scarica di adrenalina. Tuttavia, prima dell'invenzione degli antibiotici, il gioco era relativamente equo. In media, un torero riceve circa 20 feriti nella sua carriera. In precedenza, ognuno di essi poteva essere fatale. Ma con l'avvento degli antibiotici, la situazione è cambiata. All'Arena Las Ventas di Madrid, tra i monumenti ai morti matadores, è possibile vedere un monumento in onore di Alexander Fleming, uno scienziato che ha scoperto le proprietà benefiche della muffa. La penicillina ha lanciato una nuova era in medicina. Ora i matador morivano per le ferite molto raramente, i tori erano condannati. Quindi la corrida può essere considerata una battaglia onesta solo con un grande sforzo: una persona ha troppi vantaggi.

Quando il toro trapassa la pancia del cavallo, le tribune stanno esultando

Nonostante la crudeltà della corrida, le donne vi hanno preso parte attiva. E molti non erano inferiori ai rappresentanti del sesso più forte nel coraggio e nell'arte. Alla fine del XVIII secolo, gli spagnoli ammirarono l'arte magistrale del matador femminile Pachüeler, che conquistò l'arena di Madrid. Il 27 gennaio 1839, con un grande raduno di pubblico in questa città, una Taumanomachia speciale ebbe successo: si esibirono solo donne. Tuttavia, negli anni '30, i fascisti spagnoli che arrivarono al potere imposero il divieto di partecipazione delle donne alla corrida, che operò fino al 1974.

Spettacolo al tramonto

Per gli spagnoli, Tavromachy è sempre stato un evento speciale. Qui ci sono tori caldi e desiderosi sono guidati attraverso le strade strette. Tutti i balconi sono pieni, nel bar è impossibile trovare un tavolo libero. Il pubblico si congela quando un bel matador entra nell'arena (uomini di 20-40 anni, il folto di un fisico atletico prende parte alle battaglie). I movimenti del torero sono eleganti e raffinati, il suo mantello è pieno di fessure delle corna affilate ottenute in battute passate. Il pubblico trattenne il fiato quando un enorme animale portò le corna a un millimetro dal matador. L'adrenalina si rovescia, ha sete di sangue. E infine, il colpo decisivo - il toro cade all'indietro ...

Matador deve uccidere un toro nel decimo minuto dello spettacolo

Tutto questo spettacolo apparve sotto una luce diversa, quando le persone pensavano ai sentimenti del toro e alle sofferenze dei cavalli. Alla fine del XX e all'inizio del XXI secolo, l'atteggiamento nei confronti della corrida nella società è cambiato radicalmente. Condannato pubblicamente la pratica di condurre uno spettacolo sanguinoso dell'Unione europea. Una parte delle province spagnole ha rifiutato a Tavromachia. Arena chiusa a Barcellona. Ma il più grande colpo alla corrida è stato il divieto delle trasmissioni in diretta adottate nel 2007. La società ha dato una nuova occhiata allo spettacolo - per molti non è altro che un omicidio colorato.

Le scuole per i toreri professionisti funzionano ancora, i ragazzi imparano dai 12 anni. Entrano nell'arena come novilero, cioè matador-principianti, dopo aver raggiunto il ventesimo anniversario. Ma quelli che vengono qui per imparare le complesse capacità del matador non sono più sicuri di avere una brillante carriera e fama. Anche se la corrida non è sottoposta a un divieto totale, la sua popolarità in Spagna è in costante declino.

Oggi, gli argomenti principali dei sostenitori di Tavromachy sono i seguenti. La corrida non è solo una vecchia tradizione, ma anche un'arte. In caso di divieto, la razza dei tori iberici scomparirà, allevati esclusivamente per lo spettacolo. E infine, il toro nell'arena non muore ingloriosamente: mostra dignità e spirito combattivo. Sfortunatamente, l'opinione dei tori stessi su questo argomento è impossibile da sapere. E sull'opinione degli spagnoli ordinari parlano eloquentemente stand mezzo vuoto

Loading...