Tre ragazze per una penna

Charlotte, Emily e Ann sono nate nella famiglia del pastore anglicano Patrick Bronte e sua moglie Mary. In totale, la famiglia ha avuto sei figli (oltre alle nostre eroine, altre due figlie e un figlio). Se gli anziani Maria ed Elizabeth non fossero morti poco dopo aver iniziato i loro studi alla Cowan Bridge School (dove le condizioni di detenzione lasciavano molto a desiderare), forse il mondo avrebbe conosciuto oggi cinque scrittori con il nome di Bronte. A proposito, è stata questa scuola che è stata il prototipo di Guest House Lovewood nel romanzo "Jane Eyre".

Dopo la morte delle loro figlie più grandi, Charlotte ed Emily sono state portate a casa da scuola al villaggio. Per intrattenere se stessi, i bambini hanno iniziato a inventare mondi magici e descrivere la vita dei loro abitanti. Risultò intricate saghe con un tocco di romanticismo.

I primi romanzi della sorella di Bronte furono pubblicati con nomi maschili.

Il tempo passava e quando venne il momento di scegliere una professione (dopotutto, le ragazze dovevano sostenersi da sole), tutti e tre sceglievano la professione di insegnante. Le loro carriere si sono evolute con un successo diverso. Ma alla fine, verso la metà degli anni '40, tutti tornarono a casa. Poi, pensando a come guadagnarsi da vivere, le ragazze hanno versi che hanno scritto sul tavolo e hanno deciso di pubblicare una collezione. In stampa, è stato rilasciato nel 1846. Le sorelle a proprie spese hanno stampato poesie sotto gli pseudonimi di Carrera (Charlotte era nascosta dietro questo nome), Ellis (Emily) e Acton (Ann) Bell. Che cosa è stata deludente giovane poetessa, quando hanno saputo che nel primo anno è stato venduto ... solo 2 copie.

Per l'anno successivo alla pubblicazione, sono state vendute solo 2 raccolte di poesie di Bronte.

Dopo aver sofferto un fiasco nella versificazione, le sorelle presero in mano la prosa, e nel corso dell'anno ciascuno pubblicò un romanzo: Charlotte - "Jane Eyre", Emily - "Wuthering Heights" e Ann - "Agnes Gray". Tutto per la trama ha preso l'esperienza di studio, insegnamento e vita nelle famiglie dei loro educati. Naturalmente, i libri furono pubblicati con gli stessi pseudonimi maschili.


Emily Bronte

Charlotte fu più fortunata delle altre sorelle: la sua storia d'amore suscitò scalpore e fu venduta ad altissima circolazione. Sullo sfondo di uno, le ragazze Bronte notarono gli altri. Ci sono state anche voci secondo cui Carrer, Ellis ed Ecton sono una sola persona. Per confutarli, Charlotte ha ammesso che il romanzo "Jane Eyre" ha scritto, e non un Carrer Bell. Seguendola, i loro veri volti si rivelarono al mondo e alle sorelle.


Ann, Emily e Charlotte. Il ritratto è stato dipinto dal fratello Branwell, che ha cancellato la sua immagine dalla tela

La crescente popolarità dei romanzi di Bella Brothers ha riacceso l'interesse per la loro collezione poetica. Fu rilasciato in una nuova copertina nel novembre del 1848, ma questo non lo aiutò: le vendite erano ancora basse.

Il secondo romanzo di Ann Bronte fu chiamato volgare e provocatorio

Lo scandalo è scoppiato dopo l'uscita del secondo romanzo, Anne ha chiamato "The Stranger from Wildfell Hall". La prima edizione è stata venduta in sole sei settimane. Le descrizioni realistiche delle manifestazioni di alcolismo e dissolutezza non potevano lasciare indifferenti i lettori dell'epoca vittoriana. Hanno scritto che l'ondata del rombo della porta, che Helen Huntingdon ha sbattuto di fronte a suo marito, ha travolto l'Inghilterra. E il fatto che il protagonista, dopo aver portato via i bambini, abbia lasciato la moglie, era una violazione della legge. Fino alla fine del 19 ° secolo, una donna sposata non aveva diritti legali: non poteva possedere proprietà privata, chiedere il divorzio e controllare l'educazione dei suoi figli. La trama del romanzo fu condannata anche da Charlotte. Ed è stata lei a rifiutarsi di ristampare il lavoro dopo la morte di Ann.


Ann Bronte

Insieme al successo letterario della famiglia Bronte, arrivarono i guai. Il fratello Branwell morì nel settembre 1848 per bronchite cronica o tubercolosi. Condizione grave esacerbata dall'ubriachezza e dalla tossicodipendenza. Emily e Ann morirono di tubercolosi polmonare nel dicembre 1848 e nel maggio 1849 rispettivamente. Ognuno di loro aveva circa 30 anni.


Charlotte Bronte

Charlotte sopravvisse a tutti loro, pubblicò altri due romanzi: "Shirley" e "Villett" (che alcuni critici riconoscono come il suo miglior lavoro). E l'unica che sposò fu l'assistente di suo padre, il prete Arthur Bell Nicholls. È successo nel giugno del 1854. Ma la sua felicità familiare non durò a lungo. Il 31 marzo 1855, all'età di 38 anni, morì, secondo la versione ufficiale, dalla tubercolosi.

Tutte le sorelle Bronte sono morte giovani

Dopo la morte di Charlotte Bronte, rimangono diversi manoscritti incompiuti. Uno di questi, contenente due capitoli sotto la voce "Emma", è stato pubblicato poco dopo la morte dell'autore.

Guarda il video: HO TROVATO UNA FOTO NASCOSTA NEL CELLULARE DI ANNA! - Simulacra 23 (Dicembre 2019).

Loading...