Storia opzionale Incredibili avventure di musicisti in Russia

Rubrica preparata da Diletant.media insieme alla comunità Storia opzionale.

Nel 1843, il famoso Pauline Viardot andò in tournée a San Pietroburgo, un giovane, talentuoso, con una voce incredibile, Turgenev una volta ascoltato - quindi non conosceva il resto fino alla fine dei suoi giorni, si innamorò profondamente, anche se esternamente Viardot non era affatto bello. Tuttavia, la cantante aveva già fama, era già sposata, cantò in Russia già per tre stagioni di fila, fino al 1845, ma i giornalisti russi non sarebbero giornalisti russi se non avessero tirato su la coperta: vedere Viardot tornare all'estero "Literary Gazette" riassumeva immodestamente la sua permanenza in Russia come segue: "Possiamo vantare di aver impostato il corso e lo sviluppo degli straordinari talenti della signora Viardot, che le hanno dato la gloria che tutta l'Europa riconosce quando le restituiamo questa straordinaria attrice e cantante" . Beh, questo è Polinochka, ovviamente, ben fatto, ma grazie a chi? Madre Russia! E ora così sia, torniamo.

Pauline Viardot non era affatto bella

Sebbene, in generale, avessimo il diritto a tale autostima, perché se ora molti musicisti andassero a lavorare negli Stati Uniti o in Europa, allora l'immagine era esattamente l'opposto: era alla ricca Russia, a San Pietroburgo, alla magnifica capitale che i talentuosi artisti europei vennero nella speranza di tasse elevate Ecco Berlioz, per esempio. Ora è tra i più grandi musicisti del XIX secolo, e in fin dei conti, Hector Ivanovich quasi tutta la sua vita si è a malapena raggiunto, nella sua patria i creditori erano bloccati! Ma valeva la pena di esibirsi un paio di volte in Russia, e il risultato è in "Memoirs": "Al termine del primo concerto, ho deciso di chiedere del risultato finanziario dell'esperienza:" 18.000 franchi ". Il concerto è costato 6.000, ho ancora 12.000 profitti netti. Sono stato salvato. Dopo una settimana e mezza, ho dato un secondo concerto con lo stesso risultato. Ero ricco. "

Berlioz quasi tutta la sua vita ha appena finito i conti


Clara Schumann è stata accolta calorosamente in Russia, ma suo marito non le ha dato pieno godimento della sua meritata fama. Robert Schumann accompagnò lo sposo in tournée, ma non riuscì a conciliarsi con il suo successo - in quel momento Klara occupò una posizione senza precedenti per una donna, e mentre il pubblico la applaudiva, la sua sposa fu costretta a sentire dai giornalisti chi era, in realtà, quello che era . D'accordo, non molto bello.

Il marito di Clara Schumann non poteva accettare il suo successo


Wagner, che era anche con concerti in Russia, era molto più calmo con l'opinione pubblica. È lui che viene spesso attribuito a un atto sfacciato in termini di etichetta - mentre dirigeva l'orchestra, si voltò verso di lui, voltando le spalle al pubblico. Ora non puoi neanche immaginare come puoi portare le spalle ai musicisti, ma prima - solo così, con tutti i mezzi di fronte alla sala, perché il re o l'imperatore ti ascolterà sicuramente!

Wagener dirigendo l'orchestra per la prima volta si voltò verso di lui


Ma Franz Liszt, arrivato a Pietroburgo, non intendeva voltare le spalle al pubblico. L'eminente compositore e pianista, preparandosi per la sua esibizione nella Sala Grande della Filarmonica, mi ha chiesto di installare ... due pianoforti, uno di fronte all'altro. No, non ha paragonato il suono degli strumenti. È solo che Ferenc, una persona di buon cuore, si prendeva cura di tutti quelli che sarebbero venuti al suo concerto in anticipo: in modo che gli ascoltatori potessero dare una buona occhiata alla sua persona grandiosa, suonava la prima metà del programma da un pianoforte e l'altra metà dall'altro. Che cosa ha pietà di cosa?

Olga Andreeva

Guarda il video: Things Mr. Welch is No Longer Allowed to do in a RPG #1-2450 Reading Compilation (Dicembre 2019).

Loading...

Categorie Popolari