Giochi di mente: cosa è successo ai principi alla torre?

Secondo la volontà dell'improvviso defunto Edward IV, il figlio maggiore del ragazzo, il fratello minore di Edward, Richard Gloucester, lo stesso Riccardo III, con la mano leggera di Shakespeare e un certo numero di altri autori dotati di un alone di famigerato bastardo, furfante e freak, avrebbe dovuto prendersi cura del figlio maggiore e futuro re d'Inghilterra . Richard è stato nominato Lord Protettore d'Inghilterra per poco più di 2 mesi, mentre Edward V, 12 anni, era sotto sorveglianza alla Torre, in attesa di un'incoronazione ufficiale.

Allo stesso tempo, i nemici della vedova Elizabeth Woodville, approfittando del momento, cercavano prove che il suo matrimonio con Edward IV fosse illegale e, di conseguenza, i bambini di questa unione non avevano diritti sul trono. Non ci volle molto a cercare: il vescovo Batsky confermò di aver incoronato personalmente il giovane re con un'altra donna, Eleanor Butler, e quando sposò Woodville, il matrimonio non era stato risolto. Ciò consentì al Parlamento di emettere "l'atto del trono", secondo il quale ormai Richard era considerato l'unico erede legittimo del trono inglese. Fu incoronato il 6 luglio 1483.

Il morente Edward IV nominò Richard il reggente del figlio maggiore

La relazione tra Richard ed Elizabeth Woodville era, a dir poco, ostile. Ciò nonostante, il Duca di Gloucester riuscì a convincere la vedova di suo fratello ad affidargli il destino non solo di Edward V, ma anche del secondo figlio, Richard Shrewsbury, 1 ° Duca di York. Sua madre si nascose con le sue figlie nell'Abbazia di Westminster, e il ragazzo di 9 anni fu mandato alla Torre per visitare suo fratello. Contrariamente alla triste reputazione di questo luogo, i prigionieri di alto rango non vivevano in una misera segreta, le loro condizioni erano molto confortevoli: le solite stanze reali con tutti i comfort, qualcosa come gli arresti domiciliari.


Uccidere i principi nella torre

Le informazioni sullo stato dei principi cessarono di arrivare nell'estate del 1483. In altre parole, i ragazzi sembravano evaporare. Non ci sono informazioni affidabili sul loro destino, ma la maggior parte degli storici è incline a credere che i bambini siano stati uccisi. Ci sono versioni che Richard Shrewsbury avrebbe potuto essere salvato, mentre suo fratello maggiore morì di "cause naturali", ma tali teorie si basano più sul potere dell'immaginazione che su fatti reali. Si ritiene che uno degli ultimi a vedere i principi vivi fu il medico di corte, John Argent, che osservò Edward V nella Torre. Secondo la sua testimonianza, i ragazzi furono uccisi, e l'Argentina considerò Richard III colpevole della loro morte. Tuttavia, il medico fu l'avversario dell'ultimo re della dinastia Plantageneta e lo scagnozzo di Heinrich Tudor, che rovesciò Richard.

Nel 1674, durante i lavori di riparazione sotto le scale nella Torre Bianca della Torre, furono rinvenuti due scheletri di bambini: erano considerati i resti di piccoli principi sfortunati. Per ordine del re Carlo II, le ossa furono sepolte nell'Abbazia di Westminster. Nel caso del possibile omicidio dei figli di Edoardo IV, ci sono diversi "sospetti", il primo e il più importante dei quali è ad oggi Riccardo III. Si crede che l'atrocità possa essere stata commessa per suo ordine da Sir James Tyrrell, un cavaliere e fedele servitore di Richard. Secondo il trattato di Thomas More, Tyrrel ei suoi complici si intrufolavano di notte nella Torre e strangolarono i principi in un sogno, dopo di che riferì al signore che il suo ordine era stato eseguito. I motivi di Richard per "ordinare" i suoi nipoti erano evidenti a More: i principi minacciavano la legittimità del suo governo. Inoltre, secondo lo scrittore e storico, Tyrell ha confessato di aver ucciso i ragazzi, anche se il testo della sua "confessione" non è mai stato pubblicato.

Secondo una versione, il figlio minore di Edoardo IV potrebbe essere salvato

I sostenitori della teoria della colpa di Riccardo III citano come prova il fatto che il re non ha cercato di dissipare le voci sulla morte dei nipoti o di avviare un'udienza pubblica, escludendosi così dal numero di sospetti. Il ruolo dell'usurpatore malvagio che ordinò l'esecuzione di giovani principi per preservare il suo potere, Richard era insopportabile. Quindi, se il re non ha dato gli ordini personalmente, certamente è stato indirettamente coinvolto nella tragedia. Alla fine, i ragazzi erano sotto le sue cure e la cerchia di persone che aveva accesso alle camere di Edward e Richard era estremamente stretta.


Ricostruzione dell'aspetto di Riccardo III

Il secondo sospetto è considerato Henry Stafford, il secondo duca di Buckingham, i cui intrighi e manipolazioni contribuirono all'elevazione di Richard, e in seguito alla sua stessa caduta. E qui le versioni divergono: la maggior parte degli storici concorda sul fatto che il duca abbia agito solo come interprete, dal momento che non poteva agire senza l'approvazione di Richard.

Secondo un'altra teoria, Stafford agiva unicamente nel proprio interesse, poiché aveva piani di vasta portata. Il trisavolo di Enrico era Thomas Woodstock, il figlio minore di Edoardo III; e il secondo duca di Buckingham potrebbe aver sognato di prendere il trono inglese e spianare la strada, eliminando i suoi rivali. Nel novembre dello stesso anno del 1483, si rivoltò contro Riccardo III, offrendo i suoi servigi a Henry Tudor. Le ragioni della ribellione non sono del tutto chiare: il re d'Inghilterra probabilmente non ha soddisfatto alcune delle affermazioni di Stafford. Nel contesto della teoria dell'omicidio dei principi da parte del duca di Buckingham, il suo improvviso cambiamento in relazione a Richard poteva trovare una spiegazione. Si presume che Stafford abbia commesso il crimine senza la conoscenza del re, cosa che ha causato la sua rabbia, come ha messo Richard in una posizione molto difficile. E poi il monarca distolse lo sguardo da colui che tentò molto per la sua ascesa al trono. La rivolta fu schiacciata, l'esercito del duca abbandonò e lo stesso ribelle fu mandato all'esecuzione, senza aver ricevuto un pubblico con Richard.

Nel caso dell'omicidio di principi uno dei sospetti è Heinrich Tudor

Infine, l'ultimo sospetto è il primo re dei Tudor, Enrico VII. Dopo aver sconfitto l'esercito di Richard nella battaglia di Bosworth, Heinrich salì al potere e dichiarò immediatamente il defunto sovrano un tiranno e un usurpatore. Ordinò quindi l'abrogazione dell '"atto di successione", secondo cui i figli di Edoardo IV ed Elizabeth Woodville erano considerati bastardi - Heinrich era sposato con Elizabeth of York, la figlia maggiore della coppia, unendo così le case di guerra. Tuttavia, se i piccoli principi fossero vivi, dopo l'abolizione dell'Atto sarebbero i primi candidati al trono. La fiducia di Henry che il suo potere era fuori pericolo avrebbe dovuto essere basato sul fatto che i ragazzi erano ancora morti. In questo caso, i principi in teoria potevano essere tenuti sotto sorveglianza alla Torre fino all'anno 1485, e poi uccisi per ordine di Henry. Questa versione ha molti sostenitori, perché la "denigrazione" di Riccardo III fu iniziata proprio dagli storici dell'epoca del primo Tudor.


Enrico VII

I resti, sepolti nell'Abbazia di Westminster, furono riesumati nel 1933. Gli scienziati speravano con l'aiuto di esperti per rispondere alla domanda su chi fosse effettivamente sepolto sotto le scale nella Torre Bianca, ma non riuscivano a determinare né il sesso né l'età. Gli storici moderni hanno ripetutamente cercato di ottenere il permesso di condurre una ri-esumazione, ma la regina Elisabetta non ha dato tale permesso.

Loading...