Dai duri guerrieri agli eroi delle barzellette

Le conseguenze del cambio di potere in Russia raggiunsero Chukotka solo dopo un po 'di tempo. Allo stesso tempo, ciò che è interessante, le redini del governo in tutto il territorio sono passate più volte dalle mani del "bianco" al "rosso". Così, un nuovo sistema socio-politico è stato istituito nel territorio di Chukotka già quattro anni dopo. E i Chukchi, che hanno preso parte a conflitti militari, hanno vagamente immaginato cosa stesse succedendo nel paese.

Sotto l'ala dei bolscevichi

Se durante i tempi della Russia zarista, i Chukchi erano infatti indipendenti e obbedivano alle leggi dello stato solo formalmente, sulla carta, quindi i bolscevichi non davano loro tale libertà. Dopo la rivoluzione, il paese era in rovina e Chukotka non fece eccezione. L'intero sistema di gestione, così come la fornitura di beni industriali che erano stati semplificati nel corso degli anni, sono stati distrutti.


Nei primi anni '20 del XX secolo, Chukotka lentamente e dolorosamente diventa parte di un grande paese multinazionale. Bureaux e celle compaiono sulla penisola. Ma solo il 10 dicembre 1930, la leadership sovietica creò il distretto nazionale di Chukotka. E in seguito, i Chukchi iniziarono a "truccarsi" nella vita "come tutti gli altri". Fu allora che i Chukchi realizzarono pienamente quello che accadde nel paese.

Il 10 dicembre 1930, la leadership dell'URSS creò il distretto nazionale di Chukotka

Il loro modo di vivere abituale, stabilito per secoli, cominciò a cambiare. Ed è successo rapidamente e duramente. All'inizio, le fattorie collettive di pastori apparivano sul territorio della penisola, dove una speciale brigata di pastori era responsabile per gli animali. A proposito, il passaggio dalla vita libera dei nomadi al "Red Yaranga" per molti aborigeni era deplorevole. Il fatto è che non tutti i campi volontariamente hanno accettato di trasferire i loro cervi ai sovietici. E poi si dekulakize semplicemente.

I bolscevichi consideravano la sopravvivenza del passato nelle tradizionali yaranga e nei campi nel loro complesso. Invece di yurts mobili, i Chukchi iniziarono a trasferirsi in case di mattoni stazionarie. Nella zona costiera cominciarono ad apparire fattorie collettive agricole, dove le brigate dei Chukchi, secondo il piano approvato in alto, erano obbligate ad estrarre una certa quantità di carne, grasso, pelle e pelliccia. In generale, la guerra per la "liquidazione dell'arretratezza economica e culturale della regione" non era uno scherzo. In ogni fattoria collettiva sulla penisola, furono eretti palazzi locali di cultura, dove i rappresentanti dei bolscevichi svolgevano un lavoro esplicativo con il popolo Chukchi "oscuro", dicendo agli indigeni del Nord come dovevano vivere in questo Nord. Allo stesso tempo, una lotta molto attiva e persino aggressiva fu combattuta contro la fede aborigena: lo sciamanesimo.


Ma il più doloroso per il Chukchi è stata la transizione al sistema di fattoria collettiva. Dopotutto, ha rotto il modo secolare della vita nomade degli aborigeni di cervo. Inoltre, persone provenienti da altre parti dell'Unione Sovietica iniziarono gradualmente ad affluire nelle fattorie collettive e non riuscivano a immaginare quale fosse l'allevamento delle renne. E questo, a volte ha portato a tristi conseguenze. La colpa era la miopia del nuovo governo, che non vedeva la differenza tra l'agricoltore collettivo della Bielorussia e il Chukchi. Ad esempio, giovani insegnanti e membri del Komsomol, che hanno seguito l'educazione degli aborigeni, hanno iniziato a inculcare in loro una cultura di uno stile di vita sano. In ogni villaggio furono costruiti bagni, che dovevano insegnare ai Chukchi a lavarsi. Per i visitatori, il fatto che i nativi non nuotassero quasi mai sembrava una terribile natura selvaggia. Pertanto, la popolazione indigena è stata costretta a usare regolarmente sapone. E c'è stato un disastro. I Chukchi, così come Evenks e Nenets, iniziarono letteralmente a falciare la scala della morte. I medici per molto tempo non potevano capire il motivo. Ma poi ancora capito. Risultò che il sapone distruggeva lo strato grasso naturale che copriva la pelle degli aborigeni. Senza di esso, non erano in grado di combattere una diversa infezione.

Il più doloroso per il Chukchi è stata la transizione al sistema di fattoria collettiva

Il primo capo del Comitato distrettuale di Chaunsky del PCUS (b) Naum Pugachev nel 1933 descrisse la Chukotka nel modo seguente: "Coste scure, ghiaccio secolare, gelo e bufera di neve. Yarang malaticamente nomadi, martello di pietra, arco primitivo e frecce, sciamanesimo, patriarcato ". Ma gradualmente tutto è andato nel passato. Archi e frecce vennero sostituiti con pistole e la tecnologia venne introdotta nella vita degli aborigeni con una sorta di ossessione maniacale. Le canoe tradizionali cedettero alle barche a motore, i trattori furono portati nelle fattorie collettive. Secondo testimoni oculari, la familiarità con la tecnica non è andata sempre bene. Ad esempio, quando un trattore è stato portato nel villaggio di Ryrkarpy appartenente alla fattoria collettiva "Pioneer" (distretto Iultinsky), i Chukchi hanno avuto paura per molto tempo ad avvicinarsi a questa "bestia". E quando qualcuno dei membri di Komsomol l'ha iniziato, è fuggito del tutto.

E così, gradualmente, il modo di vivere tradizionale stava diventando una cosa del passato. I Chukchi avevano il loro linguaggio scritto (persino un frasario russo-Chukchi fu compilato), le donne incinte furono portate fuori dalla tundra all'ospedale per partorire, la lotta contro l'analfabetismo universale ebbe successo. E cinque, eccessi e miopi hanno avuto luogo. I bambini furono inviati con la forza a studiare nelle città, da dove o non tornarono, o ritornarono, ma erano completamente impreparati per una vita specifica nel Nord.

Chukchi per quasi 150 anni resistette all'impero russo

Test di resistenza mancato


I Chukchi per quasi centocinquanta anni resistettero con successo ai distaccamenti dell'Impero russo. Inoltre, era possibile attaccare la Chukotka solo grazie a una carota e non a una frusta. Ma gli aborigeni non potevano opporre nulla al nuovo governo. Tutti i cambiamenti avvenuti a un ritmo forzato hanno fortemente influenzato la mentalità dei nordici. E non c'è nulla di sorprendente in questo, quando per alcuni dieci o quindici anni la struttura e la prospettiva cambiano con la forza, è difficile superare una prova di forza. Chukchi non poteva. Le persone, come si suol dire, hanno iniziato a cadere nella depressione. Se credi ai resoconti dei presidenti delle fattorie collettive di Chukchi e di vari assegni, allora la vita sulla penisola è diventata quasi celeste. Gli aborigeni sono diventati culturali e istruiti. C'era persino un'intellighenzia locale. Chukchi si trasferì volentieri in case di mattoni, godendo di tutti i benefici della civiltà. L'allevamento di renne e l'estrazione mineraria sono aumentati da un trimestre all'altro ... In generale, secondo i rapporti si potrebbe capire che in Chukotka, come in tutto il paese, ci si aspetta un brillante futuro socialista di giorno in giorno.

Tra i Chukchi c'erano quelli che erano in grado di irrompere nella gente dell'Unione

Ma la realtà era un po 'diversa. Senza dubbio, tra i Chukchi c'erano quelli che erano davvero in grado di irrompere nella gente dell'Unione. Alcuni sono diventati piloti o militari, scrittori o attori. Ma in generale, la gente ha cominciato ad essere depressa e quindi a degradare. Si fermarono a considerarsi "persone vere" (dopotutto, il loro nome louravettlana è tradotto in quel modo). È vero, ci sono state rivolte di tanto in tanto. Più precisamente, non rivolte, ma lampi di "memoria ancestrale". I Chukchi improvvisamente ricordarono chi erano una volta. Ad esempio, nel 1947, andarono a battere gli eschimesi nel loro territorio nordamericano. E ha affrontato brillantemente questo compito.

Nel 1947, i Chukchi andarono a battere gli eschimesi nel loro territorio

Documenti d'archivio menzionano un caso in cui il più anziano di uno dei villaggi ha catturato la moglie "un atleta, un membro di Komsomol e solo una bellezza". Lo hanno restituito solo per un grande riscatto. C'era un altro precedente che si è verificato già alla fine degli anni '50 - primi anni '60. Poi uno dei funzionari ha proposto di introdurre un'imposta aggiuntiva per il Chukchi. Conoscendo la loro morale, si è protetto come meglio poteva. I poliziotti erano di servizio nel suo appartamento e a casa sua. Ma ... una notte il Chukchi è riuscito a rubarlo. E solo quando promise di non toccare gli aborigeni con le tasse e le leggi, lo riportarono nello stesso appartamento.

Uno dei modi per lavare in Russia è la stufa russa

Ma questi sono casi isolati. La maggior parte delle persone ha iniziato a cercare conforto nell'alcool. Secondo le statistiche, sia gli uomini che le donne hanno bevuto la stessa quantità. E questo ha portato ad un aumento della mortalità.


Le battute sui Chukchi, secondo i ricercatori, sono apparse in maniera massiccia negli anni '60 e '70. Erano il risultato di un'imposizione forzata di civiltà e collettivizzazione forzata. L'immagine di un guerriero severo e privo di principi, che poteva entrare di soppiatto nell'insediamento Koryak di notte e ripulire tutto purificato, è stato sostituito dall'immagine di uno stupido, ingenuo aborigeno, che con lo sviluppo dell'intelligence può discutere tranne che in un bambino di cinque anni. La vita sotto il potere sovietico ha avuto terribili conseguenze per gli aborigeni. Nonostante tutti i vantaggi, che sono stupidi da negare, i Chukchi hanno perso la cosa principale - hanno smesso di essere se stessi.

Autore: Pavel Zhukov

Guarda il video: 300 Questa è Sparta!!! (Dicembre 2019).

Loading...