Hassidismo e Chassidico: "insegnamento pio" e Kabbalah

Il Hassidismo - uno dei più influenti movimenti religiosi dell'ebraismo - deve la sua apparizione al cabalista e guaritore Baal Shem-Tov (Israele ben Eliezer o Beshta), alla tomba di cui nel villaggio ucraino di Medzhibozh (regione di Khmelnitsky) ogni anno arrivano decine di migliaia di pellegrini ebrei da tutto il mondo . Questo luogo antico era la dimora degli ebrei nel quadro del Commonwealth dal XVI secolo e godeva di alcuni vantaggi, grazie alla cooperazione con il potere reale nella riscossione delle tasse. Alla fine del XVIII e nella prima metà del 19 ° secolo, Medzhybiz divenne il luogo di nascita di molti altri teorici chassidici, autorevoli rabbini tzadikov. Negli anni dell'Olocausto, qui fu stabilito un grande ghetto ebraico, i cui membri furono successivamente distrutti nel campo di concentramento di Letychiv. Un monumento fu eretto nel luogo dell'esecuzione negli anni '60 e una sinagoga commemorativa fu eretta vicino alla tomba di Besht.

Il Hassidismo ebbe origine nel XVIII secolo nel territorio del Commonwealth

Le circostanze della nascita di Baal Shem Tov hanno ovviamente accennato al destino unico del bambino. La leggenda hassidica crede che il profeta Elia apparve a suo padre Eliezer nella forma di un vagabondo e predisse la prima apparizione di suo figlio. Tuttavia, all'età di 5 anni, il ragazzo divenne incosciente e intraprese il solito modo di insegnare nella heder (scuola locale), dove, tuttavia, riuscì a compiere un atto straordinario: uccidere il lupo mannaro che attaccava i bambini, sconfiggendolo con il colpo mortale del club e leggendo sinceramente preghiere. La storia della conoscenza degli insegnamenti della Kabbalah, i cui segreti Adam Baal Shem, un cabalista viennese e mago Adam Baal Shem, dedicato a un giovane secondo l'influsso divino (rivelazione), è dipinto con un alone non meno mistico. Volendo provare il potere acquisito, Besht convocò lo spirito del fuoco, quasi bruciando la sinagoga in cui lavorava. A proposito, nella biografia del padre del chassidismo, questo non era l'unico caso del magico "Chernoknizhiya" - essendo già un rabbino molto famoso, il Baal Shem Tov convocò persino Satana, volendo scoprire il vero nome di Dio e rivelando così il segreto principale della Kabbalah.

Quando si è sposato, Besht si è rivolto alla vita ordinaria di un ebreo shtetl, guadagnandosi da vivere lavorando sodo e dedicando il suo tempo libero a una sorta di meditazione - il suo fare, una conversazione personale con il Creatore. Quindi, studiò con molta attenzione la Torah e cominciò a divulgare le sue conoscenze, e nel 1740 si stabilì a Medzhibozh, dove visse per altri venti anni. Prima della sua morte, Besht disse che stava uscendo da una porta per entrare in un altro.

Il concetto ideologico del chassidismo si basa in gran parte sulle tradizioni della Kabbalah, in particolare su alcune idee mistiche ed esoteriche connesse alla comprensione della figura del Creatore e della Creazione, la natura dell'uomo, il significato della sua esistenza. Indicativo è l'idea dell'esclusività del popolo ebraico presente in entrambe le tendenze, nessuno dei cui rappresentanti può "svanire" completamente dalla grazia di Dio, ma il grado di comprensione del principio divino è diverso per tutti.

Nel Hassidismo, l'idea di una sorta di emanazione di particelle del divino come un'esperienza emotiva unica della presenza universale di Dio nel mondo è duplice. Come negli insegnamenti dei filosofi mistici tedeschi del XIV-XV secolo di Johann Tauler e Meister Eckhart, tecniche rappresentative ed estatiche di avvicinamento a Dio - danze, canti, atti rituali e ferventi preghiere - assumono un significato speciale. È interessante notare che lo chassidismo rappresenta una visione generalmente piuttosto positiva del mondo e di Dio, che per sua natura è misericordioso e non punisce. Nelle opere di Besht, si incontra la nozione di un "ebreo semplice" - un rappresentante ordinario del popolo ebraico, devotamente religioso e pio, molto più prezioso e più prezioso per Dio di molti studiosi di studiosi e interpreti della Torah.


Tomba di Besht a Medzhibozh

Un altro aspetto importante dello chassidismo è la credenza in una speciale comunità mistica tra i chassidim e il loro leader spirituale: lo tzaddik o il rebbe. Questa posizione particolarmente privilegiata fu principalmente ereditata (sebbene ci fossero casi di partecipazione di altri parenti) e portò la sua contentezza al suo proprietario. Essendo un intermediario tra Dio e il gregge, lo tzaddik era sul contenuto sociale, non avendo bisogno di altro lavoro se non le preghiere e la comunione con Dio. Nonostante il fatto che questa posizione fosse detenuta da uomini, l'unica eccezione nota è la storia di Hanna-Rachel Verbermacher (1806 - 1888).

L'unico rabbino femminile conosciuto nella storia

Il punto di partenza della sua leggendaria biografia è stata la morte di sua madre quando aveva 12 anni. Difficile sperimentare la perdita, cadde in coma e quando si svegliò dichiarò che le era stata concessa un'anima nuova, chiamata ad un grande servizio. Da allora, ha rifiutato di condurre una vita normale, non voleva sposarsi per molto tempo, ha iniziato a pregare, osservando tutti i rituali eseguiti di solito dagli uomini, e poco dopo ha iniziato a guarire e ha persino compiuto miracoli, guadagnandosi il soprannome di "Vergine di Lyudmir".


Mauricius Gottlieb "La sposa ebraica"

Le feste chassidiche iniziano con il brindisi obbligatorio "Le Haim!"

I rappresentanti del chassidismo sono facilmente riconoscibili dagli insoliti cappelli di pelliccia, i lacci e le giacche nere. Le feste hassidiche iniziano con il brindisi obbligatorio "Le haim!" ("Per la vita!"), E continuano con canzoni rumorose, tra cui la famosa "Khava Nagila" ("Let's Have Fun"). Attualmente, ci sono circa dieci principali gruppi chassidici a cui appartengono i leader delle principali comunità di giudaismo ortodosso, incluso il rabbino capo della Russia, Berl Lazar.

Guarda il video: Un matrimonio speciale a Gerusalemme (Ottobre 2019).

Loading...