La risposta di Andropov alla lettera della studentessa americana Samantha Smith

19 aprile 1983

Cara Samantha!

Ho ricevuto la tua lettera, come molti altri, venendo da me in questi giorni dal tuo paese, da altri paesi del mondo.

Mi sembra - ritengo dalla lettera - che tu sia una ragazza coraggiosa e onesta, come Becky, l'amica di Tom Sawyer del famoso libro del tuo connazionale Mark Twain. Questo libro è conosciuto e molto amato nel nostro paese da tutti i ragazzi e le ragazze.

Lei scrive che è molto preoccupato che una guerra nucleare tra i nostri due paesi non accadrà. E tu chiedi se stiamo facendo qualcosa per evitare che scoppi la guerra.

La tua domanda è la più importante che qualsiasi persona pensante possa chiedere. Ti risponderò seriamente e onestamente.

Sì, Samantha, noi dell'Unione Sovietica cerchiamo di fare tutto perché non ci sia guerra tra i nostri paesi, così che non ci sia mai nessuna guerra sulla terra. Quindi ogni persona sovietica vuole. Così ci ha insegnato il grande fondatore del nostro stato, Vladimir Lenin.

I sovietici sanno bene che cosa terribile e distruttiva è la guerra. 42 anni fa, la Germania nazista, che cercava di governare il mondo, attaccò il nostro paese, incendiando e devastando molte migliaia di città e villaggi, uccisi milioni di uomini, donne e bambini sovietici.

In quella guerra, che si concluse con la nostra vittoria, eravamo alleati con gli Stati Uniti, combattendo insieme per la liberazione di molte nazioni dagli invasori nazisti. Spero che tu lo sappia dalle lezioni di storia a scuola. E oggi vogliamo davvero vivere nel mondo, commerciare e cooperare con tutti i nostri vicini del mondo - sia con i lontani che con i nostri vicini. E, naturalmente, con un paese così grande come gli Stati Uniti d'America.

Sia l'America che le armi nucleari - un'arma terribile che può uccidere milioni di persone in un istante. Ma non vogliamo che venga mai usato. Ecco perché l'Unione Sovietica ha annunciato solennemente al mondo intero che mai - mai! - Non usare le armi nucleari prima contro qualsiasi paese. E in generale, proponiamo di interrompere la sua ulteriore produzione e procedere alla distruzione di tutte le sue riserve sul terreno.

Mi sembra che questa sia una risposta sufficiente alla tua seconda domanda: "Perché vuoi conquistare il mondo intero, o almeno gli Stati Uniti?" Non vogliamo nulla di simile. Nessuno nel nostro paese - né lavoratori e contadini, né scrittori e dottori, né adulti e bambini, né membri del governo vogliono una guerra grande o "piccola".

Vogliamo la pace - abbiamo cose da fare: coltivare pane, costruire e inventare, scrivere libri e volare nello spazio. Vogliamo la pace per noi stessi e per tutte le nazioni del pianeta. Per i tuoi bambini e per te, Samantha.

Ti invito, se permetti ai tuoi genitori di venire da noi, il meglio - in estate. Riconoscerai il nostro paese, incontrerai i compagni, visiterai il campo internazionale per bambini - a Artek in mare. E lo vedrai da solo: in Unione Sovietica tutto è per la pace e l'amicizia tra le nazioni.

Grazie per le vostre congratulazioni. Ti auguro tutto il meglio della tua vita appena iniziato.

Y. Andropov

Guarda il video: Exploring the vast dark universe. Laura Baudis. TEDxCERN (Ottobre 2019).

Loading...