Decenni di avvelenamento da mercurio (18+)

A poco a poco, nuovi sintomi sono stati scoperti nell'avvelenamento. La malattia cominciò improvvisamente: le vittime all'inizio lamentavano solo una diminuzione della sensibilità alle estremità, un indebolimento della vista e dell'udito. Quindi la coordinazione dei movimenti è stata interrotta. I pazienti potrebbero difficilmente prendere piccoli oggetti o chiudere i bottoni. Camminare divenne una prova: i malati incespicarono all'improvviso. Modificato e tono di voce. Poi hanno avuto inizio convulsioni, perdita di coscienza, convulsioni. Estremità terribilmente storta. Dei 40 primi pazienti, 14 sono morti (35%).


Bambini affetti da malattia di Minamata

La causa è stata scoperta in autunno. Scienziati dell'Università di Kumamoto, che tutti i pazienti sono di solito parenti e provengono da famiglie impegnate nella pesca nella baia di Minamata. 4 novembre, gli scienziati hanno detto che la malattia è causata da avvelenamento con metalli pesanti che sono entrati nel corpo attraverso cibo - pesce. I sospetti caddero immediatamente sull'impianto della compagnia "Chisso". Un'analisi chimica condotta dalla stessa società ha rivelato un alto contenuto di piombo, mercurio, manganese, arsenico, selenio e tallio nelle acque reflue.


Protesta contro Chisso. I manifestanti tengono foto dei morti

Determinare la causa specifica dell'avvelenamento non è stato immediato. La neurologa inglese Dougla McAlpine ha aiutato i giapponesi in questa faccenda. Ha sottolineato la somiglianza dei sintomi della malattia di Minamata e l'avvelenamento con composti organici del mercurio.

Risarcimento ai pescatori

I problemi con l'inquinamento dei territori sono stati qui prima. I pescatori della baia hanno vinto due casi giudiziari contro un'impresa due volte: nel 1926 e nel 1943. Poi sono riusciti a ottenere una piccola somma a titolo di risarcimento per i danni arrecati all'industria della pesca. Con la manifestazione delle conseguenze più gravi delle emissioni di rifiuti in mare, la situazione è diventata critica. I pescatori hanno ottenuto un risarcimento di 55 mila dollari e ne hanno assegnati altri 41 mila per il ripristino della pesca nella regione.


Protesta contro Chisso

Inoltre, "Chisso" ha iniziato a scaricare i rifiuti in un altro posto - nel mare Yatsushiro. I pescatori da lì hanno anche intentato una causa contro la società. Nell'ottobre del 1958 scoppiarono proteste contro la compagnia. 1500 pescatori dell'alleanza locale dei pescatori hanno richiesto un risarcimento per il danno. Le proteste sono state ampiamente riportate dai media. Di conseguenza, i pescatori hanno ottenuto un risarcimento di 69 mila 500 dollari e 180 mila 700 dollari sono stati inviati per ripristinare la pesca.

La posizione dei malati

Quelli che erano stati avvelenati con composti del mercurio erano peggiori dei pescatori che avevano il pesce morente. Non c'erano sindacati o media dietro di loro. Inoltre, le famiglie di pazienti sono state ostracizzate e discriminate, poiché le loro rivendicazioni nei confronti dell'azienda potrebbero portare alla chiusura della fabbrica e, di conseguenza, alla crisi economica nella regione, cioè centinaia di persone perderebbero il lavoro. Di conseguenza, come nel caso dei pescatori, fu concluso un accordo: i pazienti adulti ricevettero $ 278 all'anno, i bambini $ 83 e le famiglie di pazienti deceduti ricevettero un pagamento di $ 889.

I successivi dieci anni furono chiamati "decennio di silenzio". La compagnia riuscì a mettere a tacere i pescatori e le famiglie, ma l'inquinamento continuò. Forse le conseguenze più tragiche attesero le future mamme. Quindi si credeva che la placenta proteggesse il feto da sostanze nocive dal cibo (erano conosciute), ma in realtà era il contrario. La placenta rimosse i composti del mercurio dal sangue della madre e li concentrò nel feto. Il risultato: un aumento del numero di nascite di bambini con paralisi cerebrale, microcefalia e arti deformi.


Memoriale per i morti

Il riconoscimento ufficiale a livello statale del fatto che la malattia di Minamata, conseguenza del prolungato consumo di cibi avvelenati, è avvenuta il 26 settembre 1968. 12 anni dopo il primo caso della malattia. La responsabilità è stata assegnata a Chisso. A marzo 2001, 2.265 vittime della tragedia sono state ufficialmente riconosciute, 1.784 di esse sono morte. Più di 10 mila persone hanno ricevuto un compenso finanziario.

Guarda il video: Il virus "X" sarà una pandemia peggiore della spagnola! (Dicembre 2019).

Loading...